Cerca
  • Barbara Aiello

Una sana risata

perfino quando spogli lei

sei in cerca di me

scusa se ho

un così buon sapore

quando voi due

fate l’amore è

sempre il mio nome

a sfuggire inavvertitamente

alla tua lingua

Rupi Kaur

Oh, che ridere. Ironia del destino vuole che il teatrino si ripeta. Io, lui, una Lei. Nascosta, chiaramente. Una Lei la cui esistenza è svelata troppo tardi perché il mio orgoglio non venga ferito. Di cosa avevi paura, buffone che non sei altro? Che non volessi più conoscerti perché sei fidanzato o “innamorato” di un’altra persona? Mi fai ridere, ma per un motivo diverso da quello che credi. Cosa ti ha fatto pensare che tu fossi talmente importante per me da volerti esclusivamente mio? Oltre che vigliacco, presuntuoso. Forse sei il mio uomo ideale, tutto sommato.

Certo, ci si riesce a procurarmi un bruciore nel petto, e vorrei ben credere. Il mio fuocherello però, avrà vita breve. Meditate, ometti. Non sono io la parte lesa. So bene che sarò io ad affascinarvi. So bene che sarò io l’oggetto del vostro desiderio di affetto (o conforto). So bene che desidererete da me avere soddisfazione per una pruriginosa passione estemporanea. So bene che vorrete vedere il mio nome tra le notifiche del cellulare, non necessariamente con foto allegata. Ma, soprattutto, penserete a me quando sarete con lei. La mia pelle, i miei capelli, il mio profumo, i miei occhi. Meditate, ometti. Non sarà il mio orgoglio (o la mia reputazione) a subire maggiormente il colpo.


26 visualizzazioni

©2020 di Petali rossi. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now